Lo sapevi che esistono vari tipi di forno?

Il forno può essere il nostro migliore amico o il peggiore nemico. Da cosa dipende? Dipende dal tipo di forno che decidiamo di acquistare.

Ogni forno ha delle caratteristiche tutte sue. Tra tutti i tipi di forno, quello a legna è il più antico e il suo funzionamento è basilare; questi permettono una cottura uniforme.

Quelli statici sono i più tradizionali e si dividono in: elettrici, a gas e a bassa intensità di calore.

I forni elettrici sono i più diffusi, ma generalmente possono cuocere solo un tipo di alimento alla volta. Quelli a gas si contraddistinguono perchè al loro interno il calore è diretto, dal basso e la distribuzione del calore non è omogenea, quindi la cottura di conseguenza non lo sarà.

Infine abbiamo i forni a bassa intensità di calore, comodi e permettono una cottura omogenea del cibo.

Altro tipo di forno è quello ventilato o a termoconvezione: dotati di una ventola che ha il compito di propagare e distribuire l’aria calda, affinchè questa avvolga e cuocia bene l’alimento. É  una scelta molto valida, perché induce umidità all’interno della camera e quindi gli alimenti non seccano.

Una scelta particolare può essere il forno a vapore, in questo caso l’acqua viene presa dalla rete idrica della casa, trasformata in vapore e propagata da apposite ventole all’interno della camera.

Questi sono alcuni tipi di forni, la scelta tra questi è soggettiva, perchè ognuno di noi fa un uso diverso di questo elettrodomestico, quindi tutto dipende dal tipo di alimentazione e di abitudini che ogni persona ha.

Un aspetto fastidioso è sicuramente la pulizia del forno.

Pulire il forno non è così semplice, è impegnativo a livello di lavoro, ma anche di tempo. Una soluzione molto valida in tal senso è il forno pirolitico.

 

Il forno pirolitico dispone di una funzione di pulizia automatica mediante calore. In sostanza questo tipo di forno usa elevatissime temperature, in media 500°, per carbonizzare e igienizzare lo sporco presente lungo le pareti, le teglie e le griglie del forno.

La funzione pulizia si attiva con un semplicissimo gesto, basta cliccare il tasto sul pannello di gestione. In pochissimi minuti il vano interno raggiunge la temperatura e di conseguenza lo sporco provocato da schizzi o vapori degli alimenti viene carbonizzato e ridotto in cenere.

Una volta terminato il ciclo di pulizia pirolitica, un segnale acustico avverte che il forno può essere aperto per rimuovere con un panno umido i residui della carbonizzazione che si sono depositati sul fondo del forno.

Per alcuni modelli, è presente una vaschetta rimovibile per la raccolta della cenere.

Il primo vantaggio di questo tipo di forno è sicuramente il risparmio di tempo e fatica per la pulizia, in secondo luogo il ciclo di pirolisi avviene in totale sicurezza e autonomia dell’elettrodomestico. Basta solo impostarlo e avviarlo, per il resto fa tutto da solo.

Infine la pirolisi è un sistema di pulizia ecologico, perché non usa nessun tipo di prodotto chimico, semplicemente il calore generato dal forno stesso.

Habimat Focardi e Cerbai

Add Your Comment

Call Now Button